RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO
- OTTOBRE 2017 -
HOME - LA POESIA - (alla vita)

LA POESIA

(alla vita) di Marco F. D’Astice
CONDIVIDI Facebook Twitter

quando saremo vecchi

scrolleremo le spalle

appesantite

dalle mute piogge di novembre

e su una veranda

ci dondoleremo

al suono di un grammofono

finto antico

senza dir nulla

guarderai il mio corpo silenzioso

il mio sangue cattivo

e mi amerai forse

come si ama un vecchio spinone

non più buono per la caccia

 

quando saremo vecchi

scrolleremo il capo

appesantito

dal lungo tintinnare di zoccoli e sonagli

e su una veranda

ci dondoleremo

al suono di un grammofono

finto antico

senza dir nulla

guarderò il tuo corpo silenzioso

il tuo grembo asciutto

la tua pelle d’argilla

e ti amerò credo

come si ama una poesia

di parole oramai malferme nella memoria

 

non ricorderemo allora

le bizzarrie che adesso facciamo

ce ne staremo sulla veranda

e ci dondoleremo

al suono di quel grammofono

finto antico

senza dir nulla (né ce ne sarà bisogno)

guarderemo il mondo silenzioso

il suo sangue cattivo

la sua pelle d’argilla e

nascosta fra i rami del grande castagno

la morte

– dondolandoci –

 

 

Da L’amore, la merda & altre immolazioni (ascoli satriano blues & altre storie) (2008)

© Prospettiva Editrice (Roma)

Grottaglie (Taranto). Museo della Ceramica. Foto Archivio Fotogramma

Saluti da Punta Meliso - di Lino Angiuli La sognatrice stanca - di Adeodato Piazza Nicolai Saluti da Castro - di Lino Angiuli OSTUNI, I - di Paolo Valesio L’ultimo nume verde - di Barbara Carle Saluti da Acaia - di Lino Angiuli E ora che i nostri discorsi… - di Giovanna Politi Se ti dimentichi di me - di Giovanna Politi Solo un capitolo - di Joseph Tusiani 2015-01-06 - di Francesco Aprile E verranno ancora - di Giovanna Nosarti Bar - di Maurizio Evangelista Nonna - di Toti Bellone Il segreto del fuoco - di Antonio Belpiede Nel socchiuso - di Carlo Alberto Augieri (De finibus terrae) - di Anita Piscazzi Ulivi del Gargano - di Joseph Tusiani A morsi stretti e lunghi - di Rita Rucco Il viaggiatore - di Marcello Comitini Saluti da  - di Joseph Tusiani Dal fondo della campagna violata - di Tommaso Di Ciaula Sono nata il ventuno a primavera - di Alda Merini Tarda primavera - di Adeodato Piazza Nicolai Questi limoni - di Ernesto Treccani Di sogni e stracci - di Joseph Tusiani Le mani rugose di mia nonna - di Giovanna Nosarti Libertà - di Marcello Comitini Sarà una condanna tramandata dai padri - di Teodora Mastrototaro la valigia - di Alessio Laterza Ho bisogno - di Maurizio Evangelista Paese Paese - di Daniele Giancane stavo leggendo la storia delle storie delle storie - di Robert Viscusi Passaggio sulla Murgia - di Sergio D’Amaro Mormorio e perla - di Joseph Tusiani Se si scorge - di Tommaso Di Ciaula intonarsi può risultare faticoso nell’incertezza - di Robert Viscusi È buon auspicio - di Cristanziano Serricchio Si può entrare di notte nel bosco - di Maurizio Cucchi Per amore - di Luigi Fontanella Care parole che ascolti - di Cristanziano Serricchio Giocano intorno formiche e bimbi - di Cristanziano Serricchio La città celeste - di Luigi Fontanella Uno sguardo alle stelle - di Tommaso Di Ciaula Quando tornai al mio paese nel Sud - di Vittorio Bodini Viviamo in un incantesimo - di Vittorio Bodini Tu non conosci il Sud - di Vittorio Bodini In attesa d’un numero sbagliato - di Joseph Tusiani laguerralapace: dal senza al sarà - di Walter Vergallo Carme Bisecolare - di Joseph Tusiani Una lunga guerra - di Tommaso Di Ciaula facciamoci ponte - di Robert Viscusi