RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- OTTOBRE 2017 -
HOME - LA POESIA - La città celeste

LA POESIA

La città celeste di Luigi Fontanella
CONDIVIDI Facebook Twitter

 

 

Per Pascal D’Angelo

e per tutti gli italiani emigrati in America

 

 

Questi luoghi sono stati i vostri cammini,

quelle lotte-speranze i nostri dolori,

diverso il mare visto dalla riva

da quello visto dentro un bastimento.

 

Questi luoghi sono stati i vostri mulini

a vento. Non fummo noi a fare quel viaggio:

fu lui a portarci lontano, quando in chi viaggia

lontano e vicino scompaiono.

 

Questi luoghi sono stati i nostri respiri,

l’estraneo ch’è in noi cancellò ogni sorte,

ogni Macondo. Il falso esilio di oggi

una coorte di sogni dentro e fuori il nostro mondo.

 

Questi luoghi sono stati i nostri mattini.

La città galleggiante non vi interessò

ma solo il cuore diviso fra l’appena passato

e un futuro presente solo nella mente.

 

Questi luoghi sono stati i nostri destini,

voi che seguiste il cammino del sole

ignari di ciò che vi avrebbe aspettato, a cominciare

dal nome irrimediabilmente storpiato.

 

Questi luoghi ci sono ormai dentro e vicini,

qui dove tutto e nulla avrebbe rimescolato

le carte del gioco e del bisogno, trasformato

in un coacervo l’inganno, la nostalgia, il sogno.

 

 

Da Land of Time (2006)

Chelsea Editions, New York

New York. La statua della Libertà. Foto gentilmente concessa da Rocco Saltino

Saluti da Punta Meliso - di Lino Angiuli La sognatrice stanca - di Adeodato Piazza Nicolai Saluti da Castro - di Lino Angiuli OSTUNI, I - di Paolo Valesio L’ultimo nume verde - di Barbara Carle Saluti da Acaia - di Lino Angiuli E ora che i nostri discorsi… - di Giovanna Politi Se ti dimentichi di me - di Giovanna Politi Solo un capitolo - di Joseph Tusiani 2015-01-06 - di Francesco Aprile E verranno ancora - di Giovanna Nosarti Bar - di Maurizio Evangelista Nonna - di Toti Bellone Il segreto del fuoco - di Antonio Belpiede Nel socchiuso - di Carlo Alberto Augieri (De finibus terrae) - di Anita Piscazzi Ulivi del Gargano - di Joseph Tusiani A morsi stretti e lunghi - di Rita Rucco Il viaggiatore - di Marcello Comitini Saluti da  - di Joseph Tusiani (alla vita) - di Marco F. D’Astice Dal fondo della campagna violata - di Tommaso Di Ciaula Sono nata il ventuno a primavera - di Alda Merini Tarda primavera - di Adeodato Piazza Nicolai Questi limoni - di Ernesto Treccani Di sogni e stracci - di Joseph Tusiani Le mani rugose di mia nonna - di Giovanna Nosarti Libertà - di Marcello Comitini Sarà una condanna tramandata dai padri - di Teodora Mastrototaro la valigia - di Alessio Laterza Ho bisogno - di Maurizio Evangelista Paese Paese - di Daniele Giancane stavo leggendo la storia delle storie delle storie - di Robert Viscusi Passaggio sulla Murgia - di Sergio D’Amaro Mormorio e perla - di Joseph Tusiani Se si scorge - di Tommaso Di Ciaula intonarsi può risultare faticoso nell’incertezza - di Robert Viscusi È buon auspicio - di Cristanziano Serricchio Si può entrare di notte nel bosco - di Maurizio Cucchi Per amore - di Luigi Fontanella Care parole che ascolti - di Cristanziano Serricchio Giocano intorno formiche e bimbi - di Cristanziano Serricchio Uno sguardo alle stelle - di Tommaso Di Ciaula Quando tornai al mio paese nel Sud - di Vittorio Bodini Viviamo in un incantesimo - di Vittorio Bodini Tu non conosci il Sud - di Vittorio Bodini In attesa d’un numero sbagliato - di Joseph Tusiani laguerralapace: dal senza al sarà - di Walter Vergallo Carme Bisecolare - di Joseph Tusiani Una lunga guerra - di Tommaso Di Ciaula facciamoci ponte - di Robert Viscusi