RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO
- OTTOBRE 2017 -
HOME - L'EDITORIALE - Se la primavera inizia con la tragedia di Bruxelles

L'EDITORIALE

Se la primavera inizia con la tragedia di Bruxelles di Flavia Pankiewicz
CONDIVIDI Facebook Twitter

Q

uesto editoriale avrebbe dovuto essere dedicato alla primavera in Puglia. A quei colori e quelle fioriture introvabili nel resto dell’anno: i prati verdi di frumento e il rosso dei papaveri, i peschi in fiore, la magia delle orchidee selvatiche.

Ma ancora una volta, a pochi mesi dai tragici fatti di Parigi, un atto brutale di terrorismo ha sconvolto il cuore dell’Europa. Il 22 marzo di Bruxelles, con le tragiche esplosioni nell’aeroporto di Zavantem e nella stazione metropolitana di Maalbeek, verrà iscritto nella lista nera di una guerra diversa da tutte quelle che le nostre generazioni hanno studiato sui libri di storia, una guerra in cui nessun luogo è sicuro e in cui un luogo asettico e che frequentiamo con disinvoltura come un aeroporto o una stazione della metropolitana – un “non luogo” secondo la geniale definizione di Marc Augé – può improvvisamente trasformarsi in un campo di battaglia in cui ad essere giustiziate sono vittime innocenti e ignare.

Sulla nostra primavera appena iniziata, sulla nostra Pasqua, passione, passaggio, comunque rito di rinascita per credenti e non credenti, irrompono i lutti e l’orrore di questo nuovo attentato che ci ricorda che è in atto un conflitto mondiale dai contorni incerti e in cui sono coinvolti paesi, culture e interessi diversi. Nessun tentativo di risolvere questa impasse internazionale sarà facile e senza conseguenze.

Mario Calabresi, su La Repubblica, in un suo articolo scritto da Bruxelles, a ridosso degli attentati, constata che, a poca distanza dal luogo delle esplosioni, “nessuno pensa di correre, nessuno grida e i funzionari europei entrano regolarmente nei loro palazzi” e si chiede “è coraggio o rassegnazione”?

Show must go on. Possiamo esprimere la nostra solidarietà verso chi è stato colpito, gridare la nostra rabbia contro la violenza disumana e insensata del terrorismo, valutare le scelte della politica e decidere se queste scelte meriteranno il nostro sostegno e poi non ci resta che continuare a vivere le nostre vite. Provando, come ci suggerisce il prorompente risveglio della natura, ancora una volta a rinascere.

Dal matrimonio milionario a Madonna
Puglia mai così amata
11 bandiere blu al mare di Puglia
E Otranto tra i più bei borghi d’Italia
La La Land
“L’altra America” del new romantic Damien Chazelle
Lettera aperta a un grande regista
Puglia, attraente
365 giorni all’anno
Tra l’America e la Puglia
inquietudini, bilanci e propositi di fine anno
Puglia “regione più bella del mondo”
Presa d’assalto da re e divi
Quel disastro ferroviario in Puglia
che ha sconvolto la nostra estate
L’altra Puglia.
L’amara realtà del caporalato al di là degli scenari da copertina
Un 2016 all’insegna della Puglia, anche in America TEDx Lecce
Le vite straordinarie e le scelte “rivoluzionarie” della gente comune
Flavia Pennetta e Roberta Vinci
Icone di Puglia sulla scena mondiale
Puglia
La calda estate della cultura
Lecce ancora sul New York Times
L’innamoramento della stampa americana per la Puglia e il Sud continua…
Ben Hur a Matera
Il rilancio dell’Italia può partire dal Sud
Il ricordo di Mario Cuomo, orgoglio degli Italiani d’America TEDex
Da una conferenza le ispirazioni per progettare il futuro
Puglia presa d’assalto dai divi
Un treno da non perdere
Web
Vieste e Gallipoli le più cliccate dagli italiani
Bandiere blu
Dieci spiagge “10 e lode” per la Puglia
Rifiuti interrati, ricerche petrolifere e un gasdotto tra le acque cristalline.
Si metta uno stop ai misfatti in Puglia
Renata Fonte
30 anni fa il suo omicidio.
Difendeva Porto Selvaggio
Pugliamania Nebraska
La favola spiazzante dell’altra America
L’albero della vita di Otranto
simbolo dell’Italia all’Expo 2015
Fine d’anno di grandi speranze per la Puglia TEDx
Dalla California a Lecce il coraggio delle idee
Bill de Blasio.
È italoamericano il più gettonato candidato sindaco di New York
Se Lecce approda sul New York Times,
se alla “Notte della Taranta” arrivano 130.000 persone…
Pianoforti in strada a New York Il Grande Gatsby...
Se dal grande schermo il sogno americano fa irruzione nella nostra vita
“Se vedi qualcosa, di’ qualcosa”
Considerazioni dopo l’attentato di Boston
Il Salento “Territorio dell’anno 2013” 2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti Buoni propositi di fine anno Obama rieletto
Tra sogni e pragmatismo la lezione americana all’Europa
La scomparsa di Cristanziano Serricchio, poeta della luce Dieci motivi per venire in vacanza in Puglia “Molto forte, incredibilmente vicino” Zeppole in California Quelle lacrime per la scomparsa di Dalla “Assolutamente grandioso” 11 settembre
dieci anni dopo
La prima volta sul web