RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- OTTOBRE 2017 -
HOME - L'EDITORIALE - Rifiuti interrati, ricerche petrolifere e un gasdotto tra le acque cristalline. Si metta uno stop ai misfatti in Puglia

L'EDITORIALE

Rifiuti interrati, ricerche petrolifere e un gasdotto tra le acque cristalline.
Si metta uno stop ai misfatti in Puglia
di Flavia Pankiewicz
CONDIVIDI Facebook Twitter

U

na primavera instabile, con nuvole e piogge ripetute, inusuali per questo periodo dell’anno in Puglia, fa sembrare l’estate lontana. Ma il caldo e la stagione del mare e dei più alti picchi di turismo arriveranno in un battibaleno. È particolarmente frustrante, dunque, per chi crede che un turismo sempre più sviluppato, sostenibile e ben indirizzato, possa diventare il più prezioso volano dell’economia della regione, leggere le notizie di cronaca locale di questo periodo. Novemila tonnellate di rifiuti provenienti dalla Campania, bruciati o interrati illecitamente in ex-cave, fondi agricoli e persino aree protette del Foggiano, della BAT ed anche della Basilicata. Storia analoga di rifiuti interrati illecitamente anche in alcune località del Salento. Certo è un bene che tutto questo sia stato scoperto e che la macchina della giustizia sia in moto per individuare siti e responsabilità e per prevenire altri scempi, ma alle pubbliche amministrazioni preposte al risanamento si chiede a gran voce di bonificare presto e accuratamente le aree interessate e di darne poi notizia sui media, che dovrebbero impegnarsi a dare almeno altrettanta visibilità rispetto agli spazi dedicati agli attuali misfatti.

Ma non è tutto. Con l’avallo del Governo nazionale stanno per compiersi altri scempi sul territorio pugliese. A nulla è valsa l’affollata protesta popolare dei “No Tap”, che si è tenuta il 25 aprile sulle spiagge di San Foca, mentre la piattaforma Skate III, della Trans Adriatic Pipeline, effettuava nelle acque cristalline della marina di Melendugno, in provincia di Lecce, finora patrimonio di bagnanti e pescatori, gli ultimi rilievi per completare la documentazione e avviare i lavori di un gasdotto che sfregerà permanentemente, contro la volontà popolare, un tratto di costa del Salento.

Oltre alle condotte sottomarine anche ricerche petrolifere minacciano il delicato equilibrio dei mari che circondano la Puglia. Ai sindaci di Melendugno e Polignano a Mare, che hanno interpellato la Regione Puglia per avanzare le loro perplessità per il gasdotto e per le ricerche petrolifere avviate in Adriatico, davanti alle coste pugliesi, il presidente del Consiglio Regionale, Onofrio Introna ha così risposto: “L’oro della Puglia è il nostro mare, la vera energia è il nostro ambiente. Mi complimento con i due sindaci pugliesi che in questi giorni hanno sostenuto la causa dell’Adriatico, ribadendo il “No” alle minacce che ricerche petrolifere e condotte sottomarine fanno incombere sulle coste. Palazzo Chigi – ha aggiunto Introna – si decida a dare finalmente un piano energetico nazionale al paese e, se ritiene di cambiare la Costituzione, proceda pure, sottraendo competenze ambientali alle Regioni, ma sappia che escludere le amministrazioni locali non servirà a scavalcare l’opinione pubblica”.

Il valzer dei turisti che visiteranno la Puglia incalza. Perché non sia solo un giro ognuno si assuma le proprie responsabilità.

Dal matrimonio milionario a Madonna
Puglia mai così amata
11 bandiere blu al mare di Puglia
E Otranto tra i più bei borghi d’Italia
La La Land
“L’altra America” del new romantic Damien Chazelle
Lettera aperta a un grande regista
Puglia, attraente
365 giorni all’anno
Tra l’America e la Puglia
inquietudini, bilanci e propositi di fine anno
Puglia “regione più bella del mondo”
Presa d’assalto da re e divi
Quel disastro ferroviario in Puglia
che ha sconvolto la nostra estate
L’altra Puglia.
L’amara realtà del caporalato al di là degli scenari da copertina
Se la primavera inizia con la tragedia di Bruxelles Un 2016 all’insegna della Puglia, anche in America TEDx Lecce
Le vite straordinarie e le scelte “rivoluzionarie” della gente comune
Flavia Pennetta e Roberta Vinci
Icone di Puglia sulla scena mondiale
Puglia
La calda estate della cultura
Lecce ancora sul New York Times
L’innamoramento della stampa americana per la Puglia e il Sud continua…
Ben Hur a Matera
Il rilancio dell’Italia può partire dal Sud
Il ricordo di Mario Cuomo, orgoglio degli Italiani d’America TEDex
Da una conferenza le ispirazioni per progettare il futuro
Puglia presa d’assalto dai divi
Un treno da non perdere
Web
Vieste e Gallipoli le più cliccate dagli italiani
Bandiere blu
Dieci spiagge “10 e lode” per la Puglia
Renata Fonte
30 anni fa il suo omicidio.
Difendeva Porto Selvaggio
Pugliamania Nebraska
La favola spiazzante dell’altra America
L’albero della vita di Otranto
simbolo dell’Italia all’Expo 2015
Fine d’anno di grandi speranze per la Puglia TEDx
Dalla California a Lecce il coraggio delle idee
Bill de Blasio.
È italoamericano il più gettonato candidato sindaco di New York
Se Lecce approda sul New York Times,
se alla “Notte della Taranta” arrivano 130.000 persone…
Pianoforti in strada a New York Il Grande Gatsby...
Se dal grande schermo il sogno americano fa irruzione nella nostra vita
“Se vedi qualcosa, di’ qualcosa”
Considerazioni dopo l’attentato di Boston
Il Salento “Territorio dell’anno 2013” 2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti Buoni propositi di fine anno Obama rieletto
Tra sogni e pragmatismo la lezione americana all’Europa
La scomparsa di Cristanziano Serricchio, poeta della luce Dieci motivi per venire in vacanza in Puglia “Molto forte, incredibilmente vicino” Zeppole in California Quelle lacrime per la scomparsa di Dalla “Assolutamente grandioso” 11 settembre
dieci anni dopo
La prima volta sul web