RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- OTTOBRE 2017 -
HOME - L'EDITORIALE - Lecce ancora sul New York Times L’innamoramento della stampa americana per la Puglia e il Sud continua…

L'EDITORIALE

Lecce ancora sul New York Times
L’innamoramento della stampa americana per la Puglia e il Sud continua…
di Flavia Pankiewicz
CONDIVIDI Facebook Twitter

D

ici New York Times e pensi al gotha del giornalismo mondiale. La mitica testata americana ha indubbiamente un prestigio planetario e per chi è del settore è quasi avvolta da un alone di sacralità.

Nel dicembre del 2003 fui felice di varcarne le soglie (allora era nella storica sede di Times Square) anche solo per accompagnare lo scrittore Roberto Pazzi (a New York per alcune conferenze su Federico II e la Puglia per il nostro Bridge, all’epoca su carta) ad un incontro con il capo redattore degli Esteri per concordare nuovi articoli che avrebbe inviato dall’Italia. Naturalmente portai con me due copie della nostra rivista, una per il collega che andavamo a incontrare ed una da lasciare per il direttore, Bill Keller nel 2003. Il capo redattore promise che avrebbe consegnato la rivista al suo direttore e sfogliò con interesse la sua copia esprimendo apprezzamento e curiosità per la Puglia. “Curiosità” perché parlare di Puglia negli Stati Uniti era parlare di luoghi sconosciuti, perché si trattava di una nuova frontiera del turismo ancora nel 2003, per non parlare di quando approdammo per la prima volta all’Istituto Italiano di Cultura di New York, nel lontano 1996.

Oggi lo scenario è assai diverso. Il 15 aprile scorso The New York Times ha dedicato, per l’ennesima volta, un lungo articolo a Lecce e alle sue meraviglie, a firma di Jim Yardley. Mi è stato inviato per mail da amici newyorkesi che mi informano “in tempo reale” di ogni notizia che compaia in America sulla Puglia. L’argomento in questione era quella chicca, ancora poco conosciuta, di Lecce che è il Museo Faggiano, nato per uno scherzo del destino. Il proprietario del locale (che è in via Ascanio Grandi, nel centro storico della città), Luciano Faggiano, voleva aprire una trattoria e aveva bisogno di collegarsi alle fognatura per creare un bagno. Tutto qui. Ma durante i lavori di scavo è emerso un autentico tesoro: reperti risalenti al Medioevo ma anche una tomba messapica, una stanza di epoca romana e un convento di suore francescane… Dal passato remoto è emerso insomma un piccolo universo prezioso che è ora un museo. Yardley ha raccontato questa storia con un pizzico di ironia e con quel misto di ammirazione e stupore che gli americani hanno sempre quando narrano di terre con tanta storia alle spalle.

Tante altre località pugliesi sono approdate, per la loro bellezza e per le loro peculiarità, sulle pagine di questa e di altre prestigiose testate americane. Qualche giorno fa altri cari amici del New Mexico mi segnalavano un lungo e interessante articolo apparso sul numero del 27 aprile del New Yorker (…altra testata che mette i brividi, almeno agli intellettuali di tutto il mondo), “A cave with a view” (Una grotta con vista), a firma di D. T. Max, dedicato a Matera. Naturalmente nel testo si fa riferimento anche al recente titolo di “Capitale Europea della Cultura” per il 2019 paventando tuttavia i pericoli del turismo di massa. In ogni caso l’intera Puglia e Matera e la Basilicata sono da tempo al centro dell’attenzione sulla stampa di tutto il mondo. Quando, una manciata di anni fa, un giornalista del New York Times si “incuriosiva” vedendo le immagini della Puglia ci sentivamo pionieri di un discorso che da allora ha fatto tanta strada. Grazie a molti fattori, primo fra tutti il cinema di Winspeare e di altri registi che hanno scelto la Puglia come set facendola così penetrare nell’immaginario collettivo, ma anche grazie alla musica, al rilancio della nostra campagna, punteggiata da splendide masserie una volta in abbandono ed oggi risorte a nuova vita, alla nuova fortuna della cucina tradizionale, legata alla terra e alle stagioni (un must in Puglia), al vino e a molto altro ancora e grazie anche al supporto del nostro Bridge Puglia USA, che dal 1996 promuove con forza la Puglia, soprattutto negli USA.

Nella lunga crisi che sta attraversando l’Italia e il Sud in particolare l’obiettivo dovrebbe essere quello di puntare, con tutte le forze, ad uno sviluppo sostenibile anche afferrando al volo questo irripetibile magic moment dell’interesse della stampa mondiale nei confronti del nostro territorio.

Dal matrimonio milionario a Madonna
Puglia mai così amata
11 bandiere blu al mare di Puglia
E Otranto tra i più bei borghi d’Italia
La La Land
“L’altra America” del new romantic Damien Chazelle
Lettera aperta a un grande regista
Puglia, attraente
365 giorni all’anno
Tra l’America e la Puglia
inquietudini, bilanci e propositi di fine anno
Puglia “regione più bella del mondo”
Presa d’assalto da re e divi
Quel disastro ferroviario in Puglia
che ha sconvolto la nostra estate
L’altra Puglia.
L’amara realtà del caporalato al di là degli scenari da copertina
Se la primavera inizia con la tragedia di Bruxelles Un 2016 all’insegna della Puglia, anche in America TEDx Lecce
Le vite straordinarie e le scelte “rivoluzionarie” della gente comune
Flavia Pennetta e Roberta Vinci
Icone di Puglia sulla scena mondiale
Puglia
La calda estate della cultura
Ben Hur a Matera
Il rilancio dell’Italia può partire dal Sud
Il ricordo di Mario Cuomo, orgoglio degli Italiani d’America TEDex
Da una conferenza le ispirazioni per progettare il futuro
Puglia presa d’assalto dai divi
Un treno da non perdere
Web
Vieste e Gallipoli le più cliccate dagli italiani
Bandiere blu
Dieci spiagge “10 e lode” per la Puglia
Rifiuti interrati, ricerche petrolifere e un gasdotto tra le acque cristalline.
Si metta uno stop ai misfatti in Puglia
Renata Fonte
30 anni fa il suo omicidio.
Difendeva Porto Selvaggio
Pugliamania Nebraska
La favola spiazzante dell’altra America
L’albero della vita di Otranto
simbolo dell’Italia all’Expo 2015
Fine d’anno di grandi speranze per la Puglia TEDx
Dalla California a Lecce il coraggio delle idee
Bill de Blasio.
È italoamericano il più gettonato candidato sindaco di New York
Se Lecce approda sul New York Times,
se alla “Notte della Taranta” arrivano 130.000 persone…
Pianoforti in strada a New York Il Grande Gatsby...
Se dal grande schermo il sogno americano fa irruzione nella nostra vita
“Se vedi qualcosa, di’ qualcosa”
Considerazioni dopo l’attentato di Boston
Il Salento “Territorio dell’anno 2013” 2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti Buoni propositi di fine anno Obama rieletto
Tra sogni e pragmatismo la lezione americana all’Europa
La scomparsa di Cristanziano Serricchio, poeta della luce Dieci motivi per venire in vacanza in Puglia “Molto forte, incredibilmente vicino” Zeppole in California Quelle lacrime per la scomparsa di Dalla “Assolutamente grandioso” 11 settembre
dieci anni dopo
La prima volta sul web