RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- NOVEMBRE 2017 -
HOME - L'EDITORIALE - Il ricordo di Mario Cuomo, orgoglio degli Italiani d’America

L'EDITORIALE

Il ricordo di Mario Cuomo, orgoglio degli Italiani d’America di Flavia Pankiewicz
CONDIVIDI Facebook Twitter

I

l 1° gennaio scorso si è spento a New York Mario Cuomo, per tre mandati consecutivi, dal 1983 al 1994, governatore dello Stato di New York, avvocato ed esponente di punta del Partito Democratico e figura di grande spessore umano, ricordato anche per il suo doppio rifiuto (nel 1988 e nel 1992) di correre per le elezioni presidenziali, ipotesi che aveva fatto sognare gli Italiani, d’America e non solo, di vedere per la prima volta un italoamericano alla Casa Bianca.

Nato nel 1932, nel quartiere di Queens, a New York, da genitori del Salernitano, si era laureato in Legge alla St. John’s University ed era stato un talentuoso giocatore di baseball nella squadra dei Pittsburgh Pirates. Sposato con Matilda Raffa, aveva avuto cinque figli. Il secondogenito, Andrew, che ha a sua volta intrapreso la carriera politica, ha giurato per il suo secondo mandato come governatore dello Stato di New York proprio nel giorno della scomparsa del padre.

“Abbiamo perso un gigante, un uomo di incrollabili principi e dalla compassione per l’umanità senza eguali”, ha affermato il sindaco di New York, Bill De Blasio, che ha emesso un’ordinanza perché tutte le bandiere americane del Comune di New York restino a mezz’asta per un mese. E il presidente degli Stati Uniti, Barack Obama, lo ha ricordato affermando che “era un campione determinato di valori progressisti, una voce risoluta per la tolleranza e l’equità”.

Noto per la sua visione politica progressista e liberale, Mario Cuomo aveva portato avanti con forza campagne contro la pena di morte. Il suo più celebre discorso fu quello pronunciato a San Francisco, alla Convention del Partito Democratico del 1984, in favore del candidato presidenziale, Walter Mondale. Riferendosi alla frase-slogan di Ronald Reagan, che parlava dell’America come di una “luccicante città su una collina” lo apostrofò affermando che avrebbe dovuto sapere che l’America somiglia più al racconto di due città che a una “luccicante città sulla collina”. Si riferiva al romanzo di Charles Dickens, Tales of Two Cities, sulle città divise tra ricchi e poveri. Un’attenzione verso il popolo e i problemi delle classi meno abbienti che avrebbe caratterizzato tutta la sua carriera politica.

Quando una volta gli fu chiesto come avrebbe voluto essere ricordato, Cuomo affermò: “Quando sarà finita, voglio che la gente dica: era una persona onesta”. Una frase testamento semplice e incisiva, quella del più autorevole uomo politico americano d’origine italiana, che dall’America rimbalza, in questo avvio di anno nuovo, nella nostra Italia, come auspicio – si spera – di un nuovo corso.

Puglia
Sotto l’albero di Natale vorrei…
Considerazioni sull’appello di Mirren e Hackford
Dal matrimonio milionario a Madonna
Puglia mai così amata
11 bandiere blu al mare di Puglia
E Otranto tra i più bei borghi d’Italia
La La Land
“L’altra America” del new romantic Damien Chazelle
Lettera aperta a un grande regista
Puglia, attraente
365 giorni all’anno
Tra l’America e la Puglia
inquietudini, bilanci e propositi di fine anno
Puglia “regione più bella del mondo”
Presa d’assalto da re e divi
Quel disastro ferroviario in Puglia
che ha sconvolto la nostra estate
L’altra Puglia.
L’amara realtà del caporalato al di là degli scenari da copertina
Se la primavera inizia con la tragedia di Bruxelles Un 2016 all’insegna della Puglia, anche in America TEDx Lecce
Le vite straordinarie e le scelte “rivoluzionarie” della gente comune
Flavia Pennetta e Roberta Vinci
Icone di Puglia sulla scena mondiale
Puglia
La calda estate della cultura
Lecce ancora sul New York Times
L’innamoramento della stampa americana per la Puglia e il Sud continua…
Ben Hur a Matera
Il rilancio dell’Italia può partire dal Sud
TEDex
Da una conferenza le ispirazioni per progettare il futuro
Puglia presa d’assalto dai divi
Un treno da non perdere
Web
Vieste e Gallipoli le più cliccate dagli italiani
Bandiere blu
Dieci spiagge “10 e lode” per la Puglia
Rifiuti interrati, ricerche petrolifere e un gasdotto tra le acque cristalline.
Si metta uno stop ai misfatti in Puglia
Renata Fonte
30 anni fa il suo omicidio.
Difendeva Porto Selvaggio
Pugliamania Nebraska
La favola spiazzante dell’altra America
L’albero della vita di Otranto
simbolo dell’Italia all’Expo 2015
Fine d’anno di grandi speranze per la Puglia TEDx
Dalla California a Lecce il coraggio delle idee
Bill de Blasio.
È italoamericano il più gettonato candidato sindaco di New York
Se Lecce approda sul New York Times,
se alla “Notte della Taranta” arrivano 130.000 persone…
Pianoforti in strada a New York Il Grande Gatsby...
Se dal grande schermo il sogno americano fa irruzione nella nostra vita
“Se vedi qualcosa, di’ qualcosa”
Considerazioni dopo l’attentato di Boston
Il Salento “Territorio dell’anno 2013” 2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti Buoni propositi di fine anno Obama rieletto
Tra sogni e pragmatismo la lezione americana all’Europa
La scomparsa di Cristanziano Serricchio, poeta della luce Dieci motivi per venire in vacanza in Puglia “Molto forte, incredibilmente vicino” Zeppole in California Quelle lacrime per la scomparsa di Dalla “Assolutamente grandioso” 11 settembre
dieci anni dopo
La prima volta sul web