RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- OTTOBRE 2017 -
HOME - L'EDITORIALE - Buoni propositi di fine anno

L'EDITORIALE

Buoni propositi di fine anno di Flavia Pankiewicz
CONDIVIDI Facebook Twitter

“L

a stanca liturgia della speranza che si rinnova ad ogni fine anno questa volta sembra ancora più insidiata da una situazione, nazionale e internazionale, sommersa dai problemi. Una crisi economica devastante che da noi, in Puglia, ha il suo nodo più tragico nel gigantesco problema dell’Ilva di Taranto. Ho usato la parola “sommersa” come metafora ma ci sono stati, proprio in Italia e negli Stati Uniti, anche i veri uragani, prova che gli scienziati che da decenni paventavano l’effetto serra se non avessimo cominciato a rispettare di più la natura erano più attendibili dei menagramo che diffondevano l’ormai scampata profezia dei Maya sul 2012.

Se la realtà è un gigantesco puzzle di azioni individuali non ci resta altro che fare la nostra parte per provare a migliorare le cose, raccogliendo gli arnesi della volontà e dell’ottimismo, logorati dal tempo ma pur sempre intatti e utilizzabili.

E poi provare – è la cosa più difficile – a “riappropriarci” del tempo.

Mi ricordo come se fosse ieri un articolo riportato su un testo per imparare l’inglese. Il giornalista raccontava che alcuni anni prima, entrando in una cabina telefonica (i cellulari erano al di là da venire) aveva trovato un messaggio incollato con lo scotch, come un post-it, da uno sconosciuto. C’era scritto. “This isn’t a rehearsal, this is life, don’t miss it”. (Questa non è una prova, questa è la vita, non perdetevela). Questo messaggio, anche un po’ ovvio e banale, gli aveva cambiato la vita. Aveva riflettuto sul continuo procrastinare le cose che ci stanno veramente a cuore, sull’idea, illusoria, che inizieremo a vivere come vogliamo alla fine delle tante incombenze che ci sembrano improcrastinabili. “Quante volte abbiamo rimandato quel corso di vela o di golf o di equitazione che tanto vorremmo fare”. Ma di incombenze ne arrivano altre ed altre e “la vita che vorremmo” si sposta sempre più in là, in un futuro forse inafferrabile.

Qualche volta, invece, dovremmo deciderci a mandare a pallino le “urgenze” per iniziare quel corso di vela o di equitazione, per comprare e leggere un libro di poesie o per andare ad ascoltarle in un reading dalla vera voce dei poeti. Dovremmo, anche nel cuore dell’inverno, provare a regalarci una passeggiata su una spiaggia o nel verde della campagna. Semplice, “sostenibile”, a costo zero ma cruciale per riappropriarci del rapporto, ancestrale e vitale, con la natura. Dovremmo trovare il tempo per parlare con le persone che amiamo, il tempo per fare volontariato, il tempo per ridisegnare e rivalutare la trama dei rapporti umani che sono il nutrimento più prezioso di cuore e mente.

Tra i pensieri di fine anno, invece di progetti, proviamo a regalarci scelte e azioni.

Buon anno a tutti!

Dal matrimonio milionario a Madonna
Puglia mai così amata
11 bandiere blu al mare di Puglia
E Otranto tra i più bei borghi d’Italia
La La Land
“L’altra America” del new romantic Damien Chazelle
Lettera aperta a un grande regista
Puglia, attraente
365 giorni all’anno
Tra l’America e la Puglia
inquietudini, bilanci e propositi di fine anno
Puglia “regione più bella del mondo”
Presa d’assalto da re e divi
Quel disastro ferroviario in Puglia
che ha sconvolto la nostra estate
L’altra Puglia.
L’amara realtà del caporalato al di là degli scenari da copertina
Se la primavera inizia con la tragedia di Bruxelles Un 2016 all’insegna della Puglia, anche in America TEDx Lecce
Le vite straordinarie e le scelte “rivoluzionarie” della gente comune
Flavia Pennetta e Roberta Vinci
Icone di Puglia sulla scena mondiale
Puglia
La calda estate della cultura
Lecce ancora sul New York Times
L’innamoramento della stampa americana per la Puglia e il Sud continua…
Ben Hur a Matera
Il rilancio dell’Italia può partire dal Sud
Il ricordo di Mario Cuomo, orgoglio degli Italiani d’America TEDex
Da una conferenza le ispirazioni per progettare il futuro
Puglia presa d’assalto dai divi
Un treno da non perdere
Web
Vieste e Gallipoli le più cliccate dagli italiani
Bandiere blu
Dieci spiagge “10 e lode” per la Puglia
Rifiuti interrati, ricerche petrolifere e un gasdotto tra le acque cristalline.
Si metta uno stop ai misfatti in Puglia
Renata Fonte
30 anni fa il suo omicidio.
Difendeva Porto Selvaggio
Pugliamania Nebraska
La favola spiazzante dell’altra America
L’albero della vita di Otranto
simbolo dell’Italia all’Expo 2015
Fine d’anno di grandi speranze per la Puglia TEDx
Dalla California a Lecce il coraggio delle idee
Bill de Blasio.
È italoamericano il più gettonato candidato sindaco di New York
Se Lecce approda sul New York Times,
se alla “Notte della Taranta” arrivano 130.000 persone…
Pianoforti in strada a New York Il Grande Gatsby...
Se dal grande schermo il sogno americano fa irruzione nella nostra vita
“Se vedi qualcosa, di’ qualcosa”
Considerazioni dopo l’attentato di Boston
Il Salento “Territorio dell’anno 2013” 2013, Anno della Cultura Italiana negli Stati Uniti Obama rieletto
Tra sogni e pragmatismo la lezione americana all’Europa
La scomparsa di Cristanziano Serricchio, poeta della luce Dieci motivi per venire in vacanza in Puglia “Molto forte, incredibilmente vicino” Zeppole in California Quelle lacrime per la scomparsa di Dalla “Assolutamente grandioso” 11 settembre
dieci anni dopo
La prima volta sul web