RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- NOVEMBRE 2017 -
HOME - Puglia - Musica - Emma La Puglia vince a Sanremo
Musica
Emma
La Puglia vince a Sanremo
Piena di grinta e talento la giovane salentina vincitrice del Festival ha le idee chiare anche in fatto di dignità delle donne.
Sul palco della città dei fiori Puglia in primo piano anche con molte altre voci
di Isabella Rossiello
CONDIVIDI Facebook Twitter

Emma Marrone. Foto di Isabella Rossiello

      Emma è la vincitrice del 62° Festival della Canzone Italiana. Una ragazza bella, umile ma grintosa, in sala stampa si racconta con voce ferma, i giornalisti le fanno domande su domande, sui rapporti con Maria De Filippi… ricordiamo che Emma nasce in un Talent Show di Mediaset, concorrenza della RAI che ospita Sanremo. Lei risponde sicura, non rinnega i suoi esordi, parla con amore della sua famiglia umile, di suo fratello muratore e del papà che cantava, delle privazioni e di come tutto sommato per lei “no place, like home”! Una vera dichiarazione d’amore verso il suo Salento (è nata ad Aradeo, in provincia di Lecce) e la Puglia in generale.

      Qualcuno le chiede malizioso del perché della sua presenza all’evento svoltosi a Roma “Se non ora quando”. Una manifestazione creata e voluta da donne che si ribellano all’uso spesso vergognoso del corpo delle donne in questa società. Emma risponde che non ama la politica e nemmeno le etichette, semplicemente sentiva di dover partecipare a questo avvenimento che denuncia il decadimento morale dei costumi e la mercificazione violenta del corpo delle donne con atteggiamenti sempre più volgari, in Tv e in genere sui media. Ci tiene a sottolineare che lei in questa cosa ci crede fino in fondo, infatti dalla Maison Costume National che l’ha vestita a Sanremo (il marchio dello stilista Ennio Capasa, altro salentino doc) arrivavano proposte per un look più osé. Ma al massimo lei mostra le gambe o, se le copre, scopre un po’ il seno, di certo non ha voglia di fare carriera con il corpo – e può permetterselo – ma con la voce, e che voce!

      Una ragazza con le idee chiare, non c’è che dire, e appartiene a una regione che ha sempre dato tanto ma che è stata sempre sottovalutata. Mi permetto una parentesi personale: sono pugliese e vivo in Romagna, dove il mare pugliese se lo sognano e noi sogniamo la loro perfetta organizzazione in fatto di turismo, una vera e propria industria con un indotto lavorativo davvero invidiabile.

      La nostra bella Puglia era presente a Sanremo non solo con Emma ma con altre splendide voci: Dolcenera, salentina anche lei, il gruppo di Monopoli, una band di giovani scelto da Facebook per Sanremo Social con un nome allegro: “Iohosemprevoglia”, scritto così tutto legato, il giovane Pierdavide Carone, della provincia di Taranto, che ha cantato con Lucio Dalla, la biscegliese Erica Mou, e in duetto con Emma l’altrettanto brava Alessandra Amoroso di Galatina, sempre provincia di Lecce, ancora Salento!

      Da Mimmo Modugno, a cui all’inizio carriera era stato suggerito di dire che era siciliano e non pugliese, di strada ne abbiamo fatta. Oggi il più importante evento della Canzone Italiana lo vince una splendida ragazza che ha negli occhi il nostro sole e nella voce il vibrare di tutta la nostra storia, nel bene e nel male.

Altri articoli
Musica   Medimex 2015 a Bari Un vortice di energia