RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- FEBBRAIO 2018 -
HOME - Puglia - Natura e paesaggio - La quercia vallonea
Natura e paesaggio
FLORA
La quercia vallonea Un maestoso albero d’Oriente nel Salento meridionale e costiero di Francesco Minonne
CONDIVIDI Facebook Twitter

Tricase (Lecce). La vallone dei cento
cavalieri, così chiamata perché sotto
la sua chioma potrebbero trovare riparo
cento uomini a cavallo.
Foto Archivio Fotogramma

Quercus ithaburensis subspecie macrolepis è il nome scientifico della più importante specie arborea della Puglia; per l’imponenza dei suoi esemplari più vetusti ma, soprattutto, per la sua unicità di distribuzione nell’Europa occidentale. Il territorio di Tricase, nel Parco naturale regionale “Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase”, rappresenta l’avamposto più occidentale per questa specie; una propaggine estrema della sua diffusione tutta orientale.

La chioma dell’albero è di forma globosa ed espansa con le foglie che cadono e non cadono restando a lungo secche sull’albero in attesa dei venti e dei freddi più tardivi per cadere del tutto. I frutti sono delle ghiande racchiuse in cupole di 2-3 cm, coperte da appendici squamiformi; sono le ghiande più grosse del genere Quercus. La specie, presente nelle foreste mediterranee dell’area balcanica, dove forma estesi popolamenti, si trova in Italia solo nel Salento. Rara e protetta viene quindi tenuta nella Lista Rossa Regionale, ma il suo indigenato nell’area di Tricase è stato spesso oggetto di discussione; alcuni autori la ritengono importata per la concia delle pelli, altri invece ne sostengono la sua origine autoctona. L’importanza della specie è, quindi, anche legata al passato utilizzo dei tannini, contenuti nelle cupole, per l’industria delle pelli. La cosiddetta “Arte del pelacane” era una vera industria conciaria un tempo in auge nel comune di Tricase.

Nativa o no, i suoi esemplari più vecchi sono datati oltre 400 anni di età e il paesaggio arboreo che questa quercia costruisce nel territorio costiero e rurale è di grande suggestione.

La sua siluette è un’icona arborea in un Parco più ricco di coste rocciose e prati sub steppici, avari d’ombra e dolci tremolii di foglie come quelle della grande quercia vallonea.

Altri articoli
Natura e paesaggio   Gravina di Laterza Arizona di Puglia Natura e paesaggio   Parco Nazionale dell’Alta Murgia Il mondo perduto delle architetture in pietra a secco Natura e paesaggio   Giganti maestosi Natura e paesaggio   Fra i titani del Salento Natura e paesaggio   Je suis “Ulivo” Salviamo gli ulivi di Puglia Natura e paesaggio   Saline dei Monaci Un dolce rifugio per l’avifauna lungo la costa jonica FLORA   La salicornia glauca FAUNA   Il fenicottero Natura e paesaggio   I pajari del Salento Quando l’architettura è in armonia con la natura Natura e paesaggio   Tra pipistrelli di grotta e magnifiche querce vallonee FAUNA   Il ferro di cavallo maggiore Natura e paesaggio   Parco naturale Litorale di Ugento Il paradiso salentino degli uccelli migratori FLORA   Il fiordaliso di Creta FAUNA   Il cigno reale Natura e paesaggio   Saline di Margherita di Savoia Un regno per l’avifauna FAUNA   L’avocetta Natura e paesaggio   Punta della Contessa Regno di piante rare e uccelli di passo FLORA   Bassia hirsuta FAUNA   L’airone bianco maggiore Natura e paesaggio   Parco naturale regionale Porto Selvaggio e Palude del Capitano Un tuffo nella bellezza FLORA   Lo spinaporci FAUNA   Il cuculo dal ciuffo Natura e paesaggio   Bosco delle Pianelle a Martina Franca Tra lecci bellissimi e piante rare FLORA   L’ofride di Ingrassia FAUNA   Il pettirosso Natura e paesaggio   Il fico in Puglia: tra “paesaggi dimenticati” e nuovi ficheti FLORA   Erba di San Giovanni crespa FAUNA   Il passero Natura e paesaggio   Porto Cesareo Acque di cristallo, fondali preziosi e spiagge da sogno FLORA   Piante e fiori delle dune FAUNA   Il fraticello Natura e paesaggio   I favolosi olivi di Puglia Tra storia, natura e agricoltura FLORA   Piante e fiori degli oliveti FAUNA   L’upupa Natura e paesaggio   Parco naturale regionale Bosco e Paludi di Rauccio FLORA   La campanella selvatica FAUNA   Il tasso Natura e paesaggio   Parco naturale regionale Costa Otranto-Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase FLORA   Il fiordaliso di Leuca FAUNA   Il grillaio Natura e paesaggio   Grotte di Castellana Incantevole mondo sotterraneo FAUNA   Spelaeomysis bottazzii Natura e paesaggio   Parco naturale Terra delle Gravine Tra canyon maestosi FLORA   La campanula pugliese FAUNA   Il capovaccaio Natura e paesaggio   Foresta Umbra Tra piante e animali rari all’ombra della faggeta FLORA   L’agrifoglio FAUNA   Il capriolo del Gargano Natura e paesaggio   Riserva naturale delle Cesine Paradiso di flora e fauna FLORA   La periploca maggiore FAUNA   La folaga Natura e paesaggio   Parco nazionale dell’Alta Murgia Tra natura e storia FLORA   Il lino delle fate Natura e paesaggio   Torre Guaceto Natura e cultura tra mare e terra Flora   L’erica pugliese