RIVISTA ON-LINE DI CULTURA E TURISMO

- FEBBRAIO 2017 -
HOME - Puglia - Luoghi - Putignano La regina del Carnevale
Luoghi
Putignano
La regina del Carnevale
Si celebra in molti paesi della Puglia ma il più antico (più di sei secoli!) e rinomato è quello di Putignano.
I maestri cartapestai creano enormi e strabilianti carri allegorici.
E oltre al Carnevale si può scoprire un paese ricco di storia e d’arte
di Bianca Tragni
CONDIVIDI Facebook Twitter

Putignano (Bari). Grandi e fantasiosi carri allegorici sfilano per le strade della città durante il Carnevale.
Foto Archivio Fotogramma

       Il Carnevale in Puglia si celebra in molti luoghi e in molti modi: con cortei mascherati a Manfredonia e Santeramo (specializzato per ragazzi), con carri allegorici a Massafra e Gallipoli, con gare e fiere di fischietti in Terracotta a Rutigliano e  Ruffano; e in tanti altri luoghi e modi. Tutti belli e interessanti da conoscere e da vedere. Ma… Putignano è Putignano! Esattamente come “Sanremo è Sanremo” per il Festival della canzone, così Putignano è Putignano per il Carnevale: cioè unico, inimitabile, inconfondibile, il massimo del divertimento. Sono infatti 618 anni che si fa e quindi, non foss’altro che per esperienza secolare, è il più collaudato. Ma poi ci sono le sue forme e le sue arti a renderlo unico.
       Comincia prima di tutti gli altri, nientemeno che a Natale, esattamente il giorno dopo, a S. Stefano, patrono della città, quando si avvia il rito delle “Propaggini”, in cui gruppi di cittadini vestiti da contadini girano per la città cantando e poetando in dialetto. È una gara di versi satirici che prendono in giro tutti: autorità locali e non, personaggi tipici, abitudini e situazioni. Si comincia quindi, con la poesia carnascialesca, a rovesciare gli schemi sociali, a ridere di tutto e di tutti, si continua poi con l’organizzazione delle feste, fra cui l’elemento dominante sono i carri allegorici in cartapesta. Veri artisti i suoi autori. Artisti del modellato di quella speciale materia che è la carta macerata nell’acqua e poi ammollata e intrisa con la colla fino a diventare tenera e malleabile più della creta; poi, una volta asciugata, è dura come la creta stessa, ma molto più leggera. Artisti del colore, che ricopre in maniera rutilante e creativa tutta la cartapesta. Artisti della satira, perché ogni carro dà vita a un tema sul quale scherzare e ironizzare. Poi queste enormi statue buffe e grottesche vengono portate in giro (nei giorni 5-12-19-21 febbraio, quest’anno) sul corso principale della città e a volte sono più alte dei palazzi. Sono ispirate a temi dell’attualità e sono circondate da gruppi mascherati, maschere di genere, ballerini, clown e altre macchiette che li seguono con gran fracasso, allegria e battaglie di coriandoli e stelle filanti.
       Quest’anno i temi prescelti dai maestri cartapestai del Carnevale di Putignano sono sette e precisamente: “Il Vascello Fantasma” (ogni allusione al disastro della Costa Concordia è puramente… voluta!), “Con Draghi e Maghi solo tu paghi”, “Sinfonia di mezza crisi”, “Euro Yn, Euro Yang”, “Caccia al re”, “Viva la Rai”, “Finché sorte non ci separi”. Sono stati presentati in anteprima i bozzetti di quelli che saranno i mastodontici, coloratissimi carri allegorici, clou di una serie di manifestazioni collaterali (feste, spettacoli, gare, ecc.). Insomma un carnevale tutto da vedere e provare. E a Carnevale Putignano si esalta, dà il meglio di sé.
       Che però non è solo Carnevale. La città è ricca di storia, arte e tradizioni che mostra nei suoi palazzi, nelle sue chiese, nelle sue produzioni, nelle sue statue. Basti pensare che qui nacque il più grande scultore pugliese del Rinascimento, quello Stefano da Putignano che riempì dei suoi capolavori quasi tutta la Puglia. Visse tra il 1470 e il 1540 circa e, formato alla grande scuola dei Laurana, Mazzoni e Dell’Arca, creò uno stile tutto suo, scolpendo in pietra grandi santi, madonne, tabernacoli, candelieri e soprattutto Presepi, i famosi Presepi pugliesi del ’500, tutti in pietra dipinta. Sono da vedere ancora, fra le altre, la monumentale Chiesa di S. Pietro Apostolo, dagli scenografici due altari uno sull’altro; il Palazzo del Balì, dove – nel periodo in cui Putignano era da loro governata – risiedevano i frati-cavalieri del sovrano Militare Ordine di Malta, il cui capo si chiamava Balì ed era un vero sovrano. E poi ancora chiese e conventi, porte e ville, grotte e cappelle nel territorio. Il tutto in un paesaggio ameno e trapunto di trulli che invita al riposo e alla vacanza. Venite a Putignano tutte le volte che potete!

DOVE: Putignano (BARI)

Google maps

Altri articoli
Luoghi   Meraviglioso Salento Viaggio nel colore Luoghi   Basilica di Santa Caterina d’Alessandria L’incomparabile tesoro di Galatina Luoghi   Giovinazzo Un castello sul mare Luoghi   Meraviglioso Salento Il mare Luoghi   Tra le rose di Villa Larocca Viaggio nella bellezza a Bari Luoghi   Il Parco delle Cave, a Lecce Luoghi   Martina Franca Piccola capitale del bello Luoghi   Barletta Crocevia di storia e cultura Luoghi   La Grande Bellezza del faro di Leuca Luoghi   Puglia, trionfo di luce e colori Luoghi   Conversano Tra storia… e ciliegie Luoghi   Bianco Puglia Luoghi   Il mare Luoghi   Cavallino Centro di cultura e spettacoli Luoghi   Turi Ricordando quel borgo e quella grotta di Sant’Oronzo… Luoghi   Supersano Ai piedi della Serra, tra ulivi e icone bizantine Luoghi   Carlantino, piccola e preziosa Luoghi   Gallipoli La bella e il mare Luoghi   Puglia d’inverno Luoghi   Taranto Il fascino della storia Luoghi   Peschici, “terrazza meravigliosa” Luoghi   Cavallino I mille volti della storia Luoghi   Lecce, il barocco dell’anima Luoghi   Vieste Dove la natura sfolgorante fa sognare un’estate eterna Luoghi   Castel del Monte I mille enigmi del capolavoro di Federico II Luoghi   Marittima La magia di un luogo dove il tempo si è fermato Luoghi   Isole Tremiti Un abbaglio della natura Luoghi   Ostuni L’incantevole “città bianca” Luoghi   Mattinata Natura, storia e tradizione nel chiarore mediterraneo Luoghi   Molfetta Città marinara Luoghi   Altamura Leonessa di Puglia Luoghi   Polignano “Laggiù dove si sente il mare” Luoghi   Massafra Il fascino di quel castello arroccato sulla collina Luoghi   Trani L’incantevole “Atene delle Puglie” Luoghi   Alberobello Atmosfera da fiaba nel paese dei trulli Luoghi   Bari La Parigi del Mediterraneo